Web Marketing

Il web marketing o marketing online è attualmente uno dei principali strumenti per aumentare il business. Il web marketing include la parte strategica: il cosa fare, quando , in quanto tempo con quale bugdget e la parte operativa: azioni per portare nuovi clienti potenziali all’interno del sito target, attività per riportare i clienti acquisiti (ad esempio attraverso mail marketing o remarketing), azioni per contattare insiemi di target clienti (in questo caso parliamo di social media marketing), attività di advertising online (PPC Marketing), l’analisi dei dati per studiare il comportamento dei clienti (behavioural marketing).
Marketing Informatico® dal 2006 è specializzata in web marketing.

“Il 70% dei consumatori che è diventato sostenitore di un marchio su Facebook non si sentiva di   aver dato questo permesso all’azienda”. Questa affermazione viene da uno studio di ExactTarget 2009 dal titolo Subscribers, Fans & Followers. L’analisi dice che la maggioranza degli utenti vede “Liking=Mi piace” (come è ora chiamata) come un segno su Facebook per esprimere la loro approvazione personale.

About.com guarda ai mercati B2B. Nato con l’obiettivo di uno sguardo diretto ai prodotti per i consumatori finali, oggi About.com è uno strumento efficace per le imprese. Il mondo B2B è sempre ritardatario quando si tratta di tecniche di web marketing, ma quando si accorge delle vaste opportunità, non se lo fa ripetere due volte.

L’e-mail split-test (come lo chiamano gli americani) è un modo sicuro per capire quali componenti di una campagna di e-mail apportano i risultati migliori. Grazie a continue analisi, monitoraggi e innovazioni si continuerà ad ottenere buoni dati di apertura mail, percentuali di click e landing page. Per ottenere risultati esatti è bene configurare il test in modo giusto! Altrimenti si otterranno dati senza senso e fuorvianti. Quindi cosa si deve fare per garantire un test dai risultati significativi?

Dimmi che Tweet scrivi e ti dirò chi sei. In tempi internettiani l’analisi psicologica passa attraverso il web, esattamente attraverso i social network, quelli che più ci rappresentano. Un test molto interessante è stato svolto dall’Istituto di scienze sociali dell’Università di Harvard. Su 300 milioni di tweet inseriti tra il settembre 2006 e l’agosto 2009 e segmentati per posizione geografica e stato d’animo.

Chi pensava che il mail marketing fosse ormai stato sostituito dai noti social network si sbagliava. Molte aziende continuano ad affidarsi alla casella di posta con risultati non del tutto deludenti. Sempre più il web marketing rafforza le relazioni con i consumatori attraverso più canali, adattando così i messaggi al tipo di strumento che si intende utilizzare. La ricerca portata al termine da ExactTarget dimostra come il pubblico sia variegato e varia a seconda delle caratteristiche psicogeografiche.

Ormai lo sanno anche i muri. Il passaparola è la forma di marketing più efficace: non esige investimenti economici e i suoi effetti sono spontanei. Dopo l’esplosione del viral marketing, ovvero di una forma di promozione che si estende in modo virale, oggi è più appropriato parlare di buzz marketing. Attenzione a non confonderlo con quello virale!

Convinti di avere una buona brand reputation? Fate un salto su internet e digitate nel motore di ricerca il nome di battesimo o dell’azienda o del vostro marchio. Cosa salta fuori? Convinti di aver fatto un buon lavoro vi accorgerete che non è sempre tutto controllabile e gestibile. Il web si rinnova in continuazione ed è lo specchio perfetto del pensiero che cambia. Avere una buona reputazione sul web vuol dire aver creato una buona percezione del brand negli utenti.

Nasceva nel 1854 e si apprestava ad essere una vera e propria rivoluzione nella vita di tutti. Sto parlando del telefono, un mezzo insostituibile che ha cambiato completamente il modo di interagire tra le persone e i rapporti a distanza. Oggi il telefono, nonostante l’avvento di internet, è ancora molto utilizzato, magari anche con modalità diverse. Parliamo ad esempio del telemarketing una pratica  messa a punto delle grandi aziende per raggiungere quanti più potenziali clienti.

Il seo, lo sappiamo ormai tutti, è acronimo di Search Engine Optimization, sinonimo di posizionamento nei motori di ricerca. Serve a portare dai motori di ricerca (Google in particolare) i clienti potenziali (navigatori interessati) in un sito, navigatori che il marketing informatico chiama (come direbbe il collega e amico Alesssandro Trossero) contatti tiepidi. Il SEO rappresenta una delle attività più importanti del web marketing.

Il web marketing è il resto (senza il SEO) di tutte delle attività che si possono realizzare online: dalla scelta dei colori di un sito e delle immagini da mettere all’interno di un sito, al tuning di una pagina web, alla scelta dei termini da usare in un menù, alla posizione dei link e a qualsiasi altra attività, on page e off page (ad esempio la pubblicità o la promozione) si possano fare nel web. Il titolo SEO vs Web Marketing racchiude in pratica quanto emerso da un incontro avvenuto qualche giorno fa…