Come calcolare il valore di un dominio?

Prendendo spunto da due episodi: uno mi è capitato in riunione qualche giorno fa presso un cliente “noto” in Italia e l’altro è relativo alla notizia della vendita di uno dei domini più costosi al mondo -base  d’asta 1 milione di dollari in vendita dal 10 marzo fu acquistato per 14 milioni di dollari ed è formato da tre semplici lettere – S-E-X. com-, in quest’articolo vorrei parlare del valore del dominio.

Un dominio, che si tratti di .it, .com, .nonloso  (poker.org è stato venduto qualche giorno fa ad 1 milione di dollari), in un mondo in cui internet è sempre più valorizzato, è fondamentale. Ritengo infatti che il valore di un dominio sia molto simile al valore di un brand.

Se per il brand si tratta di “riconoscibilità e ricordo” per un dominio il valore si potrebbe semplificare in “trovabilità e ricordo”. Più un dominio è trovabile quindi, ovvero genera contatti di clienti potenziali, maggiore è la sua importanza. Maggiore è l’importanza maggiore è il valore e di conseguenza il prezzo di vendita.

Conosco personalmente il titolare di una società di Bologna, noto nel web, in quanto possiede circa 35.000 domini alcuni dei quali veramente formidabili e che percepisce una rendita esclusivamente dalla pubblicità inserita in ognuno di essi. La sua metodologia è l’acquisto di domini che le persone cercano inserendone il nome direttamente nella barra di ricerca del browser e ai quali non si accede passando da un motore di ricerca quale google.

Volendo parlare di valore, senza illustrare le tecniche per speculare sui domini, possiamo tutti constatare che partendo da un prezzo dominio bassissimo, al momento dell’acquisto assolutamente alla portata di tutti, si può nel tempo accrescerne il valore.Il prezzo di un dominio parte in media dai 7 dollari in su, fino ad arrivare a 50€, dipende da dove si compera e naturalmente chi lo compra.

Ma il valore di un dominio cresce nel tempo. Dipende dal nome, dal numero di visitatori dal rank nei motori di ricerca, dalla sua storia.Quindi abbiamo molta erba e molti fasci… in pratica nel web troviamo di tutto.

Immagina ora che ci sono aziende, anche molto quotate che non hanno il controllo dei propri domini, specialmente quando lavorano nei mercati internazionali. Mi è capitato in passato e continua a capitarmi spesso di incontrare manager di aziende importanti, ad esempio di produzione, il cui dominio estero è stato acquistato dal rivenditore o dealer internazionale.

E’ come se il marchio di un’azienda appartenesse in un altro paese ad un’altra entità. Se per i marchi e i brevetti la cosa è impensabile, per i domini invece assolutamente non lo è. Per molti imprenditori infatti non c’è tempo di calcolare il valore del proprio dominio e quando se ne accorgeranno ebbene sarà troppo tardi. Ogni nazione è infatti regolamentata da leggi diverse. Immagina ora di fare affari con un’azienda cinese che ha “acquistato”,  in quanto tuo dealer il dominio nel proprio paese. Immagina ora che per svariati motivi ti ritrovi a chiudere il rapporto d’affari. Chi ha il diritto di tenere il dominio? E poi, quale potrebbe essere il costo da affrontare per appropriarsi del dominio in caso di opposizone dell’ex partner? Quale potrebbe essere comunque il responso di una sentenza e sopratutto quali leggi regolano questo rapporto?

Ho assistito anche ad un altro caso interessante: il dominio era stato acquistato da un dipendente il quale, oltre ad abitare dall’altra parte del mondo, ormai da qualche anno non lavorava più nella stessa azienda.

Cosa fare? Come comportarsi? Quale strategia adottare? Quale web agency contattare per risolvere il problema?

Il nostro consiglio è sempre di affidarsi a professionisti seri e coscienziosi prima di attivare le proprie strategie web, sopratutto se parliamo di strategie di internazionalizzazione o di marketing internazionale, in quanto essendo la materia molto particolare è meglio pensarci bene prima di muoversi.

E per rispondere alla domanda fondamentale, ti regalo l’accesso ad un bel giochino, saprai calcolare per gioco il valore del tuo dominio!

Massimo Tegon

Condividi:

Written by

Marketing Informatico è un'agenzia web specializzata nell'aumento delle vendite per i propri clienti.

2 Commenti su “Come calcolare il valore di un dominio?

  1. Ciao Paolo, che dire questa è consulenza gratuita! Segui il link del “giochino” e avrai più informazioni…
    Per calcolare poi il valore di un e-commerce (visto che il tuo sito è un e-commerce) secondo la mia esperienza ci sono altri parametri come ad esempio il valore del venduto, senza dimenticare che il valore di un oggetto o di un dominio è dato dal numero di persone interessate a comprarlo e dalla cifra che ti offrono!

Tu cosa ne pensi? Inserisci il tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>