Il tuo sito è pronto al cambiamento del Ranking Mobile Friendly di Google?

21 aprile 2015: save the date!

E’ di fine febbraio l’annuncio di Google relativo all’inserimento di un nuovo algoritmo che modificherà le serp in base al dispositivo utilizzato dall’utente. Se il tuo sito non è mobile friendly, molto probabilmente non comparirà nella ricerca su smartphone e tablet.

21 aprile 2015: questa è la data in cui prenderà piede il nuovo algoritmo in grado di influenzare i risultati delle ricerche mobile. Pertanto gli utenti avranno la possibilità di navigare solo siti realmente ottimizzati per i “piccoli schermi”.
Quindi l’ottimizzazione per il mobile sarà uno dei criteri di ranking di un sito: Google darà un peso più elevato ai siti responsive rispetto a quelli che non lo sono.Ciò avverrà contemporaneamente in tutti i paesi del mondo e in tutte le lingue.

google-ottimizzazione-mobile-sito-webAnalizzando le due facce della medaglia, da un lato il cambiamento penalizzerà i contenuti web non ottimizzati per il mobile, dall’altro verrà proposta una serp di maggiore qualità che aumenterà il livello di soddisfazione del navigatore.

Il perché di questo nuovo algoritmo è chiaramente legato al cambiamento del comportamento dell’utente: le statistiche affermano che la navigazione e le ricerche effettuate da dispositivi mobili sono in continuo aumento a discapito della classica ricerca desktop. Circa il 34% della popolazione di internet, utilizza uno smartphone o un tablet per connettersi.

Il motore di ricerca, da sempre attento ai comportamenti dell’utente, vuole ottimizzare le risposte alle ricerche in base al dispositivo utilizzato da ciascuno.

Cosa succederà ai risultati delle ricerche?
I risultati varieranno in base al device utilizzato. Avremo quindi serp diverse tra le ricerche effettuate da desktop e quelle da smartphone. In queste ultime saranno preferiti i siti mobile friendly e penalizzati quelli non responsive.

Cosa succederà al tuo sito internet?
Se è responsive nulla! Continuerà ad apparire nelle serp di smartphone e tablet.
Se non è mobile friendly, potrebbe perdere il posizionamento organico acquisito nel tempo e potrebbe essere meno visibile. Quindi il motore di ricerca lo declasserà facendo diminuire il livello di competitività. Riducendo il posizionamento organico ci saranno meno visite al sito, meno click, meno vendite, meno clienti, meno fatturato.

Da quanto Google ci ripete “Think Mobile”?
È importante intervenire adesso ricordando poche regole fondamentali.
Un sito responsive deve essere a prova di indice:

  • niente pagine con testo piccolissimo che costringono l’utente a zoomare,
  • niente contenuti troppo larghi che costringono a scorrere lateralmente la pagina,
  • niente utilizzo di contenuti in flash,
  • niente link troppo ravvicinati tra loro.

numeroverde-ok

Condividi:

Written by

Marketing Informatico è un'agenzia web specializzata nell'aumento delle vendite per i propri clienti.

Tu cosa ne pensi? Inserisci il tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>