Instagram is the place to be: 5 consigli per un buon profilo business

Selfie con bastone, gambe in riva al mare, piatti su piatti di finger food e cucina di alto livello: su Instagram c’è tutto questo, ma c’è anche molto di più. E molte aziende ancora non hanno capito le potenzialità di questo social; quelle che lo hanno capito, invece, registrano numeri da record (tra contatti, interazioni, tag, regram).

5-consigli-profilo-business-instagram

La prima cosa da fare è: decidere se essere o non essere su Instagram. Perchè se decidete di aprire un profilo, non è che quello diventa uno spazio dove caricare foto a random senza un filo logico, senza pianificazione, senza un obiettivo, solo per il gusto di dire “ci sono anche io e pubblico un sacco di belle immagini”. Instagram necessita alle sue spalle una content strategy ben definita con obiettivi di marketing stabiliti: per esempio aumentare i follower, far conoscere il mio brand/i miei prodotti, creare una community di utenti affezionati, eccetera.

Per scegliere se esserci o non esserci, ti snoccioliamo alcuni dati: 300 milioni di utenti al mondo, di cui ben 200 milioni si connettono almeno una volta al giorno, con un tasso di engagement medio del 2,6% e 70 miliardi di contenuti pubblicati al giorno. La stragrande maggioranza delle azioni sono “cuori”: gli utenti amano sfogliare le foto e dimostrare il loro apprezzamento, più che lasciare commenti testuali.
In Italia abbiamo 7 milioni e 200 mila utenti nel 2014 secondo i dati Nielsen 2014, che oltretutto non tengono conto dei profili di ragazzi e ragazze minorenni. Insomma, Instagram è la piattaforma più social del momento (e già da un paio d’anni a questa parte).

Ora che hai capito che sì, è importante essere su Instagram, ecco la lista dei 5 consigli fondamentali per curare il profilo Instagram del tuo business:

  1. Racconta la storia del tuo brand attraverso le immagini: in gergo si chiama storytelling ed è una maniera altamente empatica e allo stesso tempo semplice per farsi conoscere
  2. Sii autentico, non troppo costruito: usa i filtri e gli editor per foto, ma non ne abusare. Gli utenti di Instragram non cercano capolavori di Photoshop ma immagini che li facciano emozionare
  3. Usa Instagram per quello che è: una enorme vetrina sul mondo. Condividi le tue immagini, anche a scopo promozionale, ma ricorda che la vendita non è l’obiettivo primario di questa piattaforma (anche se può essere comunque ottenuta per vie traverse)
  4. Ricorda di scrivere l’url del tuo sito o del tuo e-commerce nel profilo: le foto di Instagram non possono contenere link cliccabili quindi quello è l’unico spazio in cui inserire un link diretto
  5. Usa gli hashtag, ma con criterio: gli hashtag sono uno strumento fenomenale per connetterti a potenziali clienti, ma evita quelli spam tipo #tagsforlike o #likesforlikes.

Adesso hai appreso i nostri 5 consigli per un profilo Instagram che funzioni, quindi non ti resta che farli tuo e applicarli all’account della tua azienda e del tuo business. Se ne possiedi già uno, prova a ripensarne la struttura tenendo conto di questi 5 suggerimenti, e facci sapere nei commenti la lista dei tuoi To Do.

Condividi:

Written by

Staff SEO Marketing Informatico®

2 Commenti su “Instagram is the place to be: 5 consigli per un buon profilo business

  1. Post molto interessante….per il business aziendale…instagram è preferibile a Pinterest o viceversa? cosa consigliate?

    • Ciao Luca,
      grazie per il tuo commento :)
      è difficile dire se sia meglio instagram o pinterest senza 2 dati fondamentali: il tipo di business e il target cliente.
      Senza dubbio possiamo dire che Instagram sta andando fortissimo e se uno ha tempo e risorse da dedicarci,
      ne vale assolutamente la pena, anche come semplice canale di lead generation.

Tu cosa ne pensi? Inserisci il tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>