Digibot: il risponditore automatico per Facebook Messenger che rivoluziona il concetto di customer care

Prima in Italia, Marketing Informatico lancia sul mercato web il progetto Digibot: un risponditore automatico basato su Intelligenza Artificiale, per Facebook e Messenger, attivo h24, con lo scopo di trasformare i visitatori Social in clienti, aumentare l’engagement e fidelizzarli.

bot_facebook_marketing_informatico

Facebook non dorme mai. Il social network per antonomasia è diventato una piazza virtuale in cui gli utenti non solo passano del tempo e si divertono, ma cercano informazioni, confrontano prezzi, scoprono nuovi servizi e molto altro ancora. E lo fanno a qualsiasi ora del giorno e della notte. Questo mondo sempre più interconnesso ha cambiato il commercio e l’economia per sempre.

Nasce così il progetto Digibot visibile sul sito www.digibot.it, dall’osservazione della realtà: i clienti su Facebook non ti lasciano respirare, vogliono informazioni precise e le vogliono subito, in maniera sempre cortese. Digibot è la soluzione software, basata su Intelligenza Artificiale, che soddisfa le esigenze degli imprenditori più moderni, che vogliono offrire ai loro clienti un customer service su Facebook sempre attivo e di qualità.

Perché scegliere la tecnologia Digibot? Il primo motivo è la sicurezza di avere un servizio clienti attivo su Facebook 24 ore su 24, 7 giorni su 7, anche quando la tua azienda è chiusa o i dipendenti sono in ferie. Digibot è sempre attivo, ma è anche programmabile in fasce temporali di attività o spegnimento. Per esempio, è possibile lasciarlo disattivo durante l’orario lavorativo e attivarlo automaticamente negli orari di chiusura.

Non c’è bisogno di lunghe spiegazioni per capire i grandi vantaggi di avere un risponditore automatico su Facebook Messenger: Digibot è in grado di rispondere autonomamente in maniera rapida e precisa a domande anche complesse. Inoltre riesce a fornire in maniera istantanea informazioni quali orario di apertura, contatti, indirizzi e informazioni varie, usando molto meno tempo di quello che impiegherebbe l’utente stesso a navigare un sito o a cercarle su Google. Anche chattare con una pagina Facebook diventerà per gli utenti un’esperienza semplice e piacevole che aumenterà il loro livello di engagement nei confronti dell’azienda o del brand che hanno contattato. Inoltre è in grado di chiedere e registrare le mail dei clienti potenziali, inviare comunicazioni quotidianamente (o meno) a tutto il gruppo clienti potenziali o acquisiti, che entrano così in uno speciale database.

L’interazione automatica con il Digibot assicura all’utente una risposta sempre cortese e gentile: il Bot non si arrabbia, non perde la pazienza e non risponde mai in malo modo, cose che invece possono succedere ad un interlocutore umano, specialmente in situazioni di stress o quando si trova a dover comunicare con un utente “difficile”. Infatti la circostanza in cui Digibot è realmente in grado di fare la differenza rispetto ad un interlocutore umano è la gestione delle lamentele e dei possibili reclami.

Non è un’esagerazione affermare che Digibot è intelligente, anzi: risponde a tono, non tollera gli insulti e le parolacce, ascolta sempre l’interlocutore e gli bastano pochi secondi per formulare una risposta pertinente, spesso anticipandone richieste e bisogni. Digibot è talmente intelligente da capire da solo i suoi limiti, stabilendo quando ha bisogno di inoltrare la richiesta ricevuta ad un umano.

A cosa serve tutto ciò? È presto detto: a trasformare visitatori in acquirenti, a portarli da Facebook al nostro sito, alla nostra landing page, alla nostra azienda in senso fisico, a comunicare attivamente.

Digibot è la novità tecnologica 2016/2017, fondato su Intelligenza Artificiale, che darà una svolta al modo di fare marketing e di rapportarsi con i clienti e con i possibili prospect. Le aziende sono sempre in movimento per stare al passo con le crescenti richieste dei consumatori e con le novità offerte dal settore IT. Con Digibot di Marketing Informatico hai la possibilità di implementare un tool innovativo in grande anticipo rispetto alla concorrenza, facendoti trovare già pronto per il modo di fare marketing e customer care di domani.

Fonte: Digibot
Visita il sito del Bot italiano

Condividi:

Written by

Comunichiamo con i giornali online e con i giornali cartacei per la diffusione delle notizie e per l'aumento della visibilità di prodotti, aziende, informazioni.

20 Commenti su “Digibot: il risponditore automatico per Facebook Messenger che rivoluziona il concetto di customer care

  1. l’articolo mi ha incuriosito e sono andato a provarlo, direi che l’idea è ottima e ci sono anche margini di miglioramento, posso contattarvi per avere altre info?

  2. Ho letto di alcuni bot sviluppati prevalentemente in america, mi fa piacere sapere che ci sono anche web agency italiane che si cimentano!

    • Ciao Alice, come scritto in un altro commento, il Bot Facebook è in grado di inoltrare via email ad un collega umano le domande che non riesce ad elaborare, così si può intervenire manualmente nella gestione del cliente quando la discussione si fa troppo complessa.

    • Ciao Ilaria,
      se Bot Facebook non sa la risposta, ti rassicura dicendoti che girerà la tua richiesta ad un “umano”.
      Quindi il sistema invia la domanda al gestore della pagina Facebook.

  3. È possibile utilizzare il BOT in modalità marketing proattiva, per esempio per mandare messaggi o iscriversi a newsletter?

    • Si Giorgia,
      con il Bot Facebook è possibile sviluppare azioni di database building (iscrizioni alle newslettter) e di marketing automation tramite mail. Non solo si possono anche sviluppare azioni proattive sugli utenti Facebook inviando messaggi massivi seguendo le regole imposte da Facebook e da Messenger.
      Per una dimostrazione (demo) senza impegno su Bot Facebook contattaci al numero verde 800 031945

  4. Buongiorno,
    ho letto l’articolo, ma non pensate che sia meglio che risponda una persona? Io lavoro nel fashion con clienti di un certo livello. Non oso pensare che faccia farebbero se scoprono che stanno scrivendo ad un risponditore automatico.
    Marco

    • Buongiorno Marco,
      concordo che per determinati settori bisogna procedere analizzando il singolo caso. Da un brand le persone si aspettano sempre qualcosa in più. Io ritengo che il Bot Facebook non deve sostituire l’operatore bensì aiutarlo quando si tratta di dare informazioni semplificate. Esempio fornire le info tramite funzionalità store locator con indicazione degli orari di apertura. Il Bot è da vedersi come un progetto personalizzato non tanto come un semplice prodotto. Lo installo e funziona da solo. No! Le domande vanno analizzate e il marketing dovrebbe nel tempo creare un dizionario di risposte sempre più precise ed efficaci. Pertanto rispondendo alla tua domanda ritengo che un risponditore automatico va bene contesutalizzandone sempre le funzionalità. Se vuoi maggiori informazioni… sai dove trovarci! Buona giornata.

Rispondi a Marienza Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>