Career day 2012

COS’E’
Con il termine Career Day, termine noto ormai anche in Italia, intendiamo la giornata in cui le Università organizzano un evento incontro con le aziende locali in cerca di “risorse fresche” appena sfornate dagli Atenei e  che a breve saranno alla ricerca di un nuovo lavoro o di uno stage “gratuito” o semi-gratuito. Unirimini-Career-Day-2012Un evento doppiamente utile quindi per le aziende che si guardano intorno e per i futuri lavoratori.

Per quanto mi riguarda è stata la mia prima esperienza, che devo dire mi ha entusiasmato parecchio a tal punto di dedicare un’intero articolo, che ha lo scopo di dispensare qualche consiglio ai diretti interessati (i ragazzi e le ragazze naturalmente).

Quasi tutte le Università Italiane organizzano il loro Career Day e anche nel corso del 2012 ci saranno quindi buone opportunità per presentare dei curricula, partendo dal presupposto che chi si candida non  ha ancora maturato un’esperienza di lavoro utile per l’azienda che è alla ricerca di “nuovi talenti”. Se infatti durante un qualsiasi colloquio è “strano” incontrare qualcuno senza esperienza diretta, nei career days invece è assolutamente normale, quindi il nostro invito è di approfittarne. Quindi ecco un piccolo vademecum!

8-O PRIMA DEL CAREERDAY

Studia bene le aziende che parteciperanno e cerca di capire cosa fanno. Sederti davanti al tuo esaminatore e chiedere “Voi esattamente cosa fate?” oppure “Mi dite chi state cercando?” personalmente non mi è piaciuto molto. Ho apprezzato chi si è seduto dandomi la mano e guardandomi bene neglio occhi e mi ha detto “Mi piace tantissimo il marketing”. Ho sorriso e apprezzato anche la schiera di ragazze che si sono presentate dicendomi “Vorrei fare la donna Manager”!

:P SPIGLIATO E TRANQUILLO

Le aziende presenti al Career Day sono molte pertanto hai l’opportunità di sederti davanti a più esaminatori. Se sei nervoso vai prima a sederti davanti a quelli che ti interessano meno. Non precipitarti davanti all’azienda che t’interessa di più! Fai un pò di esperienza, rompi il ghiaccio e poi quando ti senti sicuro e hai capito come funziona un colloqio di lavoro allora affonda il colpo e vai a parlare con l’azienda che ti interessa di più! Non parlare di soldi, non è ancora il momento giusto. Non sempre la persona che hai davanti decide oppure deciderà a breve. Lascia sempre un buon ricordo, fatti lasciare il biglietto da visita e richiama la persona dopo qualche settimana. Oppure mandagli una mail dicendogli che ti ha fatto molto piacere conoscerla. Fai vedere che sei vivo, interessato e che ti piacerebbe darti da fare.

Gli esaminatori all’interno dei Career Day sanno benissimo che è il tuo primo lavoro e quindi sanno che dovrai fare la gavetta e imparare da zero. Non interessa tanto cosa sai fare in quel preciso momento ma cosa sarai in grado di risolvere.

:D SORRIDI E FAI STARE BENE CHI TI E’ DI FRONTE

Trovare un posto di lavoro è difficile. Troppa concorrenza. E’ diventata più una vendita. Una vendita di sè stessi. Pertanto sorridi, metti a suo agio il tuo interlocutore e interessati a lui, a cosa fa in azienda (nessuno mi ha chiesto qual’era la mia funzione), chiedi com’è l’ambiente (formale informale), se il tuo interlocutore si trova bene, chiedi quali sono le attività che svolgono durante il colloquio e mai alla prima domanda. Pensa di essere con qualcuno con il quale ti diverti e stai bene. Siccome quel giorno il tuo interlocutore farà una collezione di curricula (io ne ho una cinquantina raccolti in poche ore) chiediti per quale motivo potresti essere assunto. Quali vantaggi potrai apportare all’azienda?

:evil: FAI LA TUA GARA CONTRO TUTTI E VINCA IL MIGLIORE

Se vai al Career Day con la tua migliore amica evita (mi è capitata anche questa) assolutamente di sederti insieme a lei durante il colloquio. Mi è infatti capitato di fare un doppio colloquio! Sembrava l’intervista doppia delle Iene. Mi sono divertito ma non assumerò mai nessuna delle due. Un colloquio di lavoro è una cosa che devi afforntare da solo o da sola! Non mi è neanche piaciuta una ragazza accompagnata dal relativo fidanzato. Non so per quale motivo ma “a pelle” non mi è piaciuto vedere che per il colloquio serviva “un cavaliere” che prima ha aspettato a pochi metri e poi, finito il colloquio, ha appoggiato il braccio sulla ragazza e l’ha portata via a rimarcare che quella, se non fosse stato chiaro, era la “sua ragazza”. Quella non la voglio da me! Voglio una persona autonoma, in grado di risolvere autonomamente i problemi di lavoro senza un controllore!

:lol: FIDUCIA FIDUCIA FIDUCIA

La gavetta l’abbiamo fatta tutti e tutti abbiamo all’inizio lavorato per poche lire (già un tempo l’euro non esisteva!). Io ho lavorato gratis per molti mesi con lo scopo di capire il lavoro e farmi un’ esperienza “d’avviamento”. Se sei fiducioso nei tuoi mezzi e sai che ti meriti uno stipendio, questo arriverà. Quindi se puoi datti da fare e non imporre la tua regola del tipo “vorrei essere assunto in regola” oppure “voglio il posto fisso” evita di mettere nel curriculum “vorrei lavorare in banca o in un’assicurazione”.  Tutti vogliono un posto fisso. Il problema è che attualmente le cose in Italia e in particolar modo nel 2012 non stanno andando bene per le aziende. Spesso il lavoro c’è ma le aziende non vengono pagata per il lavoro che hanno svolto, ci sono ritardi, mancanza di liqiudità e un posto fisso al momento è difficile da garantire. Faccio l’imprenditore da 12 anni e prima ho fatto il lavoratore autonomo ma anche il dipendente. Le cose giravano diversamente. Oggi i problemi sono numerosi e sopratutto le PMI (piccole medie imprese) sono in equilibrio fra certezza e incertezza. Se non cambia qualcosa aumenterà il popolo delle partite iva. Il problema è strutturale e complesso. Al momento adattati avendo sempre ben chiaro l’obiettivo del posto fisso.

8) I LAVORI DEL FUTURO

Quali lavori saranno richiesti dal mercato?
Questa domanda è fondamentale. Mi è piaciuta tantissimo una ragazza che mi ha detto che “adorava l’amministrazione e che voleva seguira la contabilità”. Ripeto mi è piaciuta tanto tuttavia è una posizione già occupata e non ci interessa trovare un rimpiazzo. Chi cercheranno le aziende? Di chi avranno bisogno? Per quella che è la mia esperienza avranno bisogno di fiigure professionali in grado ad esempio di seguire la comunicazione web dell’azienda o il sito e-commerce. Ci sarà bisogno di risorse in grado si scrivere contenuti per gestire i blog e le paginedi Facebook e dei Social. Che sanno come funziona un sito e sappiano qualcosa riguardante i motori di ricerca e le statistiche. Ci sarà bisogno di analisti che attraverso i numeri (accessi al sito ad esempio) siano in grado di determinare delle strategie. Ci sarà bisogno di chi si da da fare e saprà risolvere i problemi. C’è bisogno di venditori e gente che capisca i problemi di natura marketing/commerciale delle aziende.

In bocca al lupo!
Cerchi lavoro nel marketing informatico?
Invia il tuo cv a Marketing Informatico.
Autore Massimo Tegon

Condividi:

Written by

Marketing Informatico è un'agenzia web specializzata nell'aumento delle vendite per i propri clienti.

Tu cosa ne pensi? Inserisci il tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>